Conferma iscrizioni classi prime

I genitori che a gennaio 2020 hanno presentato domanda on-line di iscrizione alla nostra scuola, debbono confermare la domanda di iscrizione compilando un apposito modulo.

Istruzioni per la compilazione del modulo

Anche in ragione dell’emergenza COVID-19, il modulo va compilato on-line, entro il 22 luglio 2020.

Il modulo è diviso in 5 sezioni: dati genitori; dati e scelte alunno; eventuali delegati al ritiro in caso di uscite anticipate; documenti da allegare; dichiarazioni finali.

Prima di compilare il modulo:

    • preparare le scansioni digitalizzate dei documenti da allegare: documenti di identità dei genitori e dell’alunno (obbligatori); codice fiscale dell’alunno e attestato di licenza media (consigliati);
    • assegnare ai file allegati un nome chiaro e indicativo del contenuto (ad esempio: mario.rossi-codice-fiscale.pdf);
    • conoscere il codice fiscale dei delegati eventualmente inseriti;
    • prendere visione dei seguenti documenti dei quali occorre dichiarare la lettura:

Privacy    Pago in rete    Obblighi Vaccinali    Patto Educativo

È inoltre opportuno tenere a disposizione la ricevuta della domanda presentata on-line a gennaio, con i dati inseriti, per un eventuale confronto con le dichiarazioni e i dati da confermare in questo modulo.

Versamento del contributo volontario

Per le classi prime l’unico versamento previsto è il contributo volontario, pari a Euro 132,00.

Dal 30 giugno 2020 è obbligatorio che i versamenti a beneficio della scuola siano effettuati esclusivamente attraverso il sistema Pago in rete:

Cosa è il contributo volontario e come viene impiegato dalla scuola

I contributi dei genitori costituiscono una entrata essenziale per il buon funzionamento della scuola e per garantire la qualità del servizio e la manutenzione degli spazi, soprattutto l’efficienza e l’ammodernamento costante dei laboratori tecnici. Il contributo volontario serve inoltre per l’assicurazione a copertura degli infortuni e della responsabilità civile degli alunni, che la scuola deve obbligatoriamente stipulare.

L’importo del contributo è stabilito dal Consiglio di Istituto, ove sono rappresentati i genitori e gli studenti. Le entrate provenienti dal contributo sono soggette alle norme della contabilità di Stato, nonché all’approvazione e al controllo della Giunta Esecutiva, del Consiglio di Istituto e dei Revisori dei Conti (MIUR e MEF).

Si fa presente che il contributo volontario può essere detratto dalle imposte sul reddito (IRPEF), riportando nella causale del versamento la seguente dicitura: “erogazione liberale per l’ampliamento dell’offerta formativa” (Art. 13, comma 3 a-b, Legge 2-4-2007, n. 7).

Assistenza per la compilazione del modulo: vedi i contatti, oppure massimo.bellina@iiscaffe.it

Vai al modulo on-line