Costruzioni, Ambiente e Territorio

Corrisponde al corso di studio un tempo denominato Geometra.

 

Il diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio:

  • ha competenze nel campo dei materiali edili, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti di rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo (strumenti topografici, CAD 2D e 3D, Revit, BIM, ecc.);
  • possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio e capacità di organizzazione del cantiere, alla gestione degli impianti, al rilievo topografico, alla stima di terreni e fabbricati e delle altre componenti del territorio, all’amministrazione di immobili e allo svolgimento di operazioni catastali;
  • opera autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di organismi edilizi e nella organizzazione di cantieri mobili;
  • sa pianificare e predisporre tutte le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e della sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;
  • interviene nei processi di conversione energetica dei fabbricati e nel loro controllo; è in grado di prevedere, nell’ambito dell’edilizia eco compatibile, le soluzioni opportune per il risparmio energetico nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente;
  • sa cogliere nuove prospettive professionali nella tutela dell’ambiente naturale e del patrimonio artistico,, nel recupero del patrimonio edilizio esistente e nel design di linee, forme, colori applicato a spazi interni ed esterni.


Nel percorso si studio le attività di progettazione e disegno tradizionali vengono arricchite utilizzando i software di disegno, grafica e progettazione di uso comune negli studi tecnici (AutoCAD, Revit, ecc.).

 

Sbocchi universitari

Le destinazioni universitare più diffuse fra i diplomati sono Architettura, Ingegneria, Geologia ed Agraria.

 

Sbocchi professionali

Le possibilità di occupazione del diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio sono numerose.

Nel settore pubblico:

  • impiego negli uffici tecnici dei Comuni, delle Province, delle Regioni.

Nel settore privato:

  • impiego o collaborazione con studi professionali del settore;
  • impiego in società che gestiscono impianti di pubblica utilità (Enel, Acea, Telecom, ecc.);
  • società immobiliari;
  • aziende produttrici di materiale edile.

Nella libera professione le attività più frequenti sono:

  • rilievi topografici e relativi frazionamenti di terreni;
  • pratiche catastali;
  • progettazione e ristrutturazione edilizia, con gestione delle procedure burocratiche di legge;
  • stime di fabbricati e terreni;
  • impiantistica;
  • responsabile di cantiere;
  • esperto in sicurezza dei cantieri;
  • esperto in disegno CAD e nell'utilizzo di softare spedifici di progettazione (AutoCAD, Revit, ecc.).

 

Materie e ore di insegnamento


Per il biennio vedi la pagina del Biennio comune.

 

MATERIE DEL TRIENNIO
Religione 1 1 1
Italiano 4 4 4
Inglese 3 3 3
Storia 2 2 2
Matematica 3 3 3
Complementi di Matematica 1 1 -
Costruzioni e Impianti 7 6 7
Gestione Cantiere e Sicurezza 2 2 2
Topografia 4 4 4
Estimo ed Economia 3 4 4
Scienze Motorie 2 2 2
TOTALE ORE 32 32 32

 

 

Torna ai corsi di studio

 

 

2019 © IIS "Federico Caffè" - Gaiaideaweb.it developer

Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigabilità del software web e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.